L'analisi dei competitor da effettuare prima di partire con un progetto web

analisi della concorrenza

Ancora prima di partire con un progetto web, il primo passo da compiere è quello di analizzare con attenzione i principali competitors del mercato dove si intende entrare. Che si tratti di un semplice sito web oppure di un e-commerce, non fa differenza. Capire come si muovono gli "avversari" aiuterà in futuro a differenziarsi e posizionarsi nella testa dei clienti.

Nonostante l'importanza di questa fondamentale fase, spesso viene trascurata e ignorata all'interno di una corretta strategia di marketing. Vediamo insieme perché non commettere questo errore e quali passaggi sono necessari ai fini di una corretta analisi dei concorrenti online.

Definire il mercato: il primo passo

Se non si conosce attentamente il mercato dove si intende operare, non sarà possibile individuare quali sono i principali competitors della propria attività. Seppur questo concetto possa apparire banale e scontato, capita frequentemente che vengano considerate come concorrenti aziende che in realtà non lo sono, e che magari operano solamente in mercati simili ma non uguali.

Come capire quali sono i principali competitors online?

Per rispondere a questa domanda, ci viene in aiuto Google, attraverso una ricerca mirata con le keyword correlate al business in questione. In questo modo, quantomeno a livello di SERP, si potranno identificare facilmente quali sono i brand in competizione, ammesso questi esistano.

Parole chiave e relativa strategia

Dopo aver effettuato una ricerca mirata con parole chiave, quindi non generaliste, il secondo passo da compiere per una corretta analisi dei principali competitors di mercato è quello di catalogare tali parole chiave correttamente individuate, assegnando loro una priorità sulla base dell'utilità nel progetto.

Questa fase è essenziale per due motivi:
Il primo per poter ricontrollare in futuro eventuali cambiamenti di posizionamento web.
Il secondo motivo è per mettere in atto una strategia SEO adeguata ed efficace, al fine di capire quali saranno i contenuti da pubblicare, magari mediante la creazione di un piano editoriale ben strutturato.

Per aiutare in questo compito, sono disponibili sul web moltissimi tool, tra cui Semrush oppure SEO Zoom, nonché il noto Keyword Planner messo a disposizione direttamente da Google.

User Experience: come analizzarla

Capire come si muove un concorrente, non significa necessariamente copiarlo, ma quantomeno chiedersi perché ciò che fa funziona (o non funziona).
Uno dei primi passi per un'analisi corretta dei competitors, è quindi quello di testare come funziona il sito di tali concorrenti, per carpirne i punti forti ed eventuali malus.

Paradossalmente in questo compito può aiutare moltissimo l'occhio di un utente con poca esperienza, che spesso corrisponde ad un cliente "medio". L'opinione di tali persone è importantissima, anche per capire quali difficoltà nella navigazione, che non dovranno ripresentarsi nello sviluppo del proprio sito.

Il primo passo da fare per testare la user experience quindi è studiare e controllare l'organizzazione del sito e la sua struttura, verificando come è possibile raggiungere le principali sezioni del sito, ovviamente partendo dall'home page.

È opportuno quindi stabilire se il percorso è lungo, corto, se è intuitivo oppure contorto. Tutte queste voci sono da annotare e analizzare.
In seconda battuta, se il sito analizzato in questione è uno shop online, è importante capire anche la correlazione tra i vari prodotti e con quale logica questi vengono connessi.

Analizzare i backlinks

Sempre in un'ottica SEO, è importantissima l'analisi dei backlinks dei competitors.
I tool sopra elencati sono in grado di scovare tali link, al fine di ottenerne pronti e papabili per il proprio progetto. Coloro che forniscono un backlink ad un determinato sito, è probabile possano fornirlo anche all'attività di interesse, dal momento che il settore operativo è il medesimo.

In questo caso pero, è opportuno prestare attenzione alla reale utilità e autorevolezza dei link, perché mentre alcuni possono favorire moltissimo il posizionamento, altri sono in grado di danneggiarlo.

Analizzare la comunicazione social

Oramai è assodato come la comunicazione social, se correttamente strutturata, possa fare la differenza nell'esito di un business.
In alcuni casi, i social network possono decretare il successo (o il fallimento) di un'attività, quindi in tal senso, capire come si muovono i competitors, è di vitale importanza.

E' quindi opportuno identificare in quali canali i concorrenti sono presenti, ma anche quelli dove non lo sono, al fine di capire le motivazioni di tale assenza. Questa considerazione è fondamentale per comprendere se siamo di fronte ad una scelta voluta e ragionata, o semplicemente ad una svista che potrebbe essere sfruttata a proprio vantaggio.

Non tutte le aziende sono difatti presenti in tutti i social network, eccezion fatta per qualche sporadico caso.

Ognuno decide la migliore strategia e in quali canali investire per raggiungere il proprio obiettivo

Ciò che deve essere chiaro, è che non è importante solamente capire il numero di seguaci su un determinato social, ma anche il loro livello di interazione, quindi il modo di comunicare che quella precisa azienda utilizza. Anche in questo caso, tutte queste considerazioni e valutazioni, non devono essere messe in atto per copiare la strategia, ma solamente per avere una valida fonte di ispirazione.

Analizzare le campagne a pagamento

L'ultima delle analisi da effettuare sui competitors prima di iniziare un progetto web, passa necessariamente dalle campagne a pagamento. Non importa che queste siano su Facebook Ads o Adwords, perché sono tutte indispensabili per la propria attività online. Ciò non significa che sia però semplice capire come riuscire ad ottimizzare le campagne al fine di decretarne il successo. In prima battuta quindi si deve analizzare quali sono i competitors che hanno già messo in atto tali campagne, cercando di interpretare come queste vengono impostate, quali sono le keyword effettivamente utilizzate, il messaggio lanciato e soprattutto a quale target è stato inoltrato.

In conclusione: siamo pronti per iniziare il nostro progetto web?

A questo punto dovrebbe essere più chiara l'importanza di una corretta e attenta analisi dei principali competitors prima di avviare un'attività online. Più tale analisi sarà precisa e accurata attraverso i dati raccolti, più alte saranno le possibilità che il business possa avere successo, e diventare a sua volta un concorrente per altre nuove aziende.
Per questo è importante affidarsi ad una agenzia specializzata in siti internet a Bologna come MotoriInPolePosition, dove tutte queste considerazioni, analisi e pratiche vengono effettuate con scrupolo per preparare effcacemente il terreno alla realizzazione del sito web del cliente.

 

Titolo
Titolo
Data
Data
Elimina filtri