Posizionare un sito Web su Google: tutti gli step indispensabili

Posizionare un sito web

  1. Posizionare un sito web: cosa significa?
  2. SEO, più che una tecnica: una vera e propria disciplina
  3. Come fa Google a decidere in che posizione far apparire un sito web?
  4. Come agisce l'algoritmo di posizionamento di Google?
  5. Ambire a posizionare il sito web nella Pole Position
  6. L'importanza del search intent nelle query
  7. Altri elementi che influscono sui risultati di ricerca
  8. Posizionare siti web non è un lavoro facile
  9. Posizionare il sito web: da dove partiamo
    1. Scansione e indicizzazione del sito
    2. Google Search Console
    3. Come avvicinarsi alla Pole Position
    4. Scegliere bene le parole chiave
    5. I contenuti del sito
  10. Ma cosa manca al nostro sito per ambire al posizionamento nei primi posti?
  11. SEO on-page
    1. Il suo indirizzo URL
    2. Title tag
    3. Meta Description
    4. Heading H1
    5. Testo della pagina
    6. Le immagini della pagina
    7. Collegamenti interni
    8. Link esterni a siti autorevoli
    9. Velocità di caricamento
    10. Usabilità Mobile
  12. SEO off-page
    1. Quanto sono importanti i link in entrata?
    2. Local SEO
  13. Raggiungere la prima posizione
  14. Contattare uno specialista SEO

Posizionare un sito web: cosa significa?

Posizionare un sito web nei risultati di ricerca di Google è uno degli obiettivi che qualsiasi sito dovrebbe puntare per ottenere traffico, visibilità, affermazione del brand e conversioni.

Questo testo è stato redatto dagli esperti della nostra web agency di Bologna, specializzati in SEO e sviluppo web. Posizionare un sito web è l'insieme di molteplici operazioni che, se concepite con capacità, esperienza e scrupolo, porteranno nel tempo ad ottenere un buon posizionamento nelle SERP (Search Engine Result Page) di Google.

 

SEO, più che una tecnica: una vera e propria disciplina

Posizionare sito web disciplina seo

SEO, acronimo di Search Engine Optimization, è una parola che viene spesso sentita quando si parla di ottimizzazioni web.

La SEO racchiude tutte le strategie condotte da un professionista esperto al fine di migliorare il posizionamento e la visibilità di un sito web nei risultati organici dei motori di ricerca.

Come fa Google a decidere in che posizione far apparire un sito web?

Il motore di ricerca è in grado, sfruttando i suoi spider, di navigare e memorizzare le pagine di un sito raggiungibile sul web e, per mezzo della potenza dei suoi algoritmi, classificarne il contenuto e dare una valutazione confrontandolo con le altre pagine (parliamo di centinaia di miliardi di pagine web) registrate nei propri database.
Il risultato arriva in una frazione di secondo.

Come agisce l'algoritmo di posizionamento di Google?

Gli elementi che Google mette in gioco sono principalmente due: la query dell'utente, ossia cosa viene scritto nel campo di ricerca, e le pagine web memorizzate.

L'obiettivo di Google è restituire i risultati più pertinenti e utili all'utente e soddisfare la richiesta formulata.

Apparentemente sembra una cosa semplice, ma qui parliamo di risultati in tempo reale, estratti, selezionati e mostrati nell'ordine ritenuto più opportuno per la query effettuata: i risultati migliori, e quindi più pertinenti, dovrebbero apparire per primi.

Posizionare sito web serp ranking

Ambire a posizionare il sito web nella Pole Position

Stiamo parlando di posizionamento organico, non di pubblicità a pagamento, che generalmente appare nella parte alta della pagina dei risultati.

Quest'ultimi sono riconoscibili per la scritta "Annuncio:" sopra il Titolo e, appunto, si tratta di annunci pubblicitari a pagamento, Google ADS, che rappresentano la principale fonte di entrata del gigantesco business di Google.

Subito sotto cominciano apparire i primi risultati organici della SERP, quelli "importanti" per ottenere la visibiltà naturale desiderata dei propri contenuti.

L'importanza del search intent nelle query

Abbiamo detto che i principali fattori in gioco nel posizionamento sono due: la query dell'utente e le pagine web memorizzate e classificate dal motore di ricerca.

Gli algoritmi di Google analizzano il search intent, l'intenzione di ricerca, dell'utente, per cercare di restituirgli i contenuti più pertinenti e utili per quello che ha chiesto.

Posizionare sito web search intent

Conoscere l’intento di ricerca degli utenti è essenziale per creare pagine che indirizzano il traffico organico.

Quindi si riesce a capire quanto si siano evoluti (e continuano ad evolversi anche grazie alla intelligenza artificiale, il RankBrain di Google, una sorta di apprendimento automatico) gli algoritmi del motore di ricerca.

A differenza di alcuni anni fa, quando erano basati solo sulle parole chiave, per cui bastava che una pagina fosse molto referenziata per quella keyword, adesso i risultati possono essere molto più "fluttuanti" e molto più "search intent" dipendenti (e non solo).

Negli algoritmi sono stati inseriti elementi in grado di interpretare preposizioni, analogie e modi di dire umani, un grande miglioramento di comprensione dei sinonimi e tanti altri accorgimenti segreti che mirano ad offrire i risultati migliori.

Altri elementi che influscono sui risultati di ricerca

Un'altro elemento considerato è la distanza, ossia il motore di ricerca tende a dare risultati (a seconda della categoria) situati in prossimità della locazione geografica da dove parte la query.
Classico esempio la ricerca di una pizzeria dal cellulare: i primi risultati saranno pizzerie nelle immediate vicinanze.
Risultati che rispondono a due caratteristiche: distanza ed evidenza

Questo ovviamente ha accentuato le difficoltà da affrontare nel posizionare i siti web ed i loro contenuti, dovendo tener conto di un maggior numero di elementi e allo stesso tempo cercare di comprendere come "si muove" l'algoritmo.

Posizionare siti web non è un lavoro facile

Non essendo l'algoritmo di Google pubblico, il consulente SEO deve avere una discreta esperienza e capacità di analisi, anche utilizzando strumenti tecnici professionali, facendo test, confronti, report e pianificando una strategia in grado di ottenere risultati affidabili nel tempo.

Non bisogna mai dimenticare che le persone cercano risposte, dati e soluzioni e quindi affinchè il contenuto della tua pagina appaia come la soluzione proposta dal motore di ricerca all'utente occorre che:

  • Google sappia che il tuo sito esiste e che abbia inserito nel proprio database tutte le tue pagine importanti.
  • Che nel tuo sito sia presente un contenuto che collimi con l'intento di ricerca dell'utente e che quindi rappresenta la risposta migliore alla sua query.
  • Che Google, confrontando la tua pagina con altre scelte per lo stesso intento di ricerca la consideri la migliore soluzione da mostrare all'utente.

Posizionare il sito web: da dove partiamo

Posizionare sito web step

Scansione e indicizzazione del sito

Abbiamo visto che la cosa più importante è che Google sappia che il nostro sito web esiste e il suo spider (o web crawler) si sia fatto un giretto nelle nostre pagine, magari aiutato nella sua scansione da una sitemap.xml piazzata nella root del sito con il suo indirizzo riportato nel file robots.txt.

Come si vede stiamo entrando già un po' nel tecnico, ma si tratta di piccole, semplici cose che a trascurarle lasceremo molto indietro la nostra indicizzazione sul motore di ricerca.

Google ci ha messo a disposizione molti strumenti gratuiti che possiamo utilizzare per monitorare al meglio il nostro sito. Prima li chiamava "Strumenti per i webmaster" mentre adesso si è trasformato in "Google Search Console".

Google Search Console

Posizionare sito web search console

Search Console è il primo strumento da considerare non appena abbiamo messo online il sito.

Registrandolo qui, con la giusta estensione (http o https, con www o senza www) e facendogli verificare la proprietà con i vari metodi proposti, facciamo la nostra comunicazione al motore di ricerca che il sito esiste e la avalliamo indicandogli l'indirizzo del file sitemap.xml, in modo che possa procedere alla conta delle URL contenute e alla loro scansione e successiva indicizzazione.

Su Search Console possiamo verificare le pagine che non vengono indicizzate perchè hanno dei problemi, possiamo segnalare nuove pagine via via che vengono pubblicate o risegnalare una pagina già scansionata perchè è stata modificata e aggiornata.

Dopo un po' di tempo possiamo utilizzare il comando "site:" digitando su Google, nel campo di ricerca, “site:https://nomesito.com” e visualizzando il numero di pagine del sito presenti nell’indice di Google.

Come avvicinarsi alla Pole Position

La prima cosa è richiedere un’analisi tecnica dettagliata sullo stato di ottimizzazione di un sito web, una SEO Audit, che dovrà evidenziare le modifiche da apportare per ottenere un posizionamento migliore nei motori di ricerca (SERP), per le parole chiave che avremo scelto e per le quali ci vogliamo posizionare.

Scegliere bene le parole chiave

E'importante partire da una ottima scelta delle parole chiave e per questo occorre fare delle analisi con strumenti professionali che ci indichino con facilità e chiarezza le parole chiave migliori per volumi di ricerca, pertinenza, concorrenza, settore, difficoltà, potenzialità, e quindi keyword secche di una o due parole e keyword a coda lunga (formate ognuna da 3, 4, 5 parole), parole chiave correlate, sinonimi e argomenti simili.

I contenuti del sito

Un sito con contenuti inutili, banali, incompleti, non interessanti, quando addirittura copiati, difficilmente riuscirà a posizionarsi nella SERP. Per questo occorre che il sito abbia contenuti di qualità, sviluppati su misura per le parole chiave che abbiamo identificato in precedenza.

Il principio è questo:
Voglio essere posizionato per questa keyword?
Devo avere una pagina che tratti l'argomento identificato dalla parola chiave in maniera completa, esaustiva, e che soprattutto venga ritenuta utile dall'utente che ha digitato quella parola chiave in ricerca.

Se l'utente riterrà la nostra pagina utile, quindi soffermandosi a leggerla e navigarla, anche sui contenuti collegati di approfondimento, quindi senza "bounce" (letteralmente "rimbalzo", quando si entra e si esce subito da quel sito entro pochissimi secondi), anche Google la riterrà tale perchè identificata utile dall'utente, e ci premierà posizionancela più in alto in classifica.

Ma cosa manca al nostro sito per ambire al posizionamento nei primi posti?

In altre parole: cosa richiede Google, ottenibile col tempo e con il lavoro di ottimizzazione e di produzione di contenuti di qualità.

Google ha un sistema per valutare i contenuti di qualità su un sito Web, che potremmo riassumere in una sigla: E-A-T
Sono le iniziali rispettivamente di Expertise (Esperienza), Authoritativeness (Autorevolezza) e Trustworthiness (Affidabilità).
Quindi contenuti unici, redatti con grande competenza, che riescono a far crescere, pubblicandoli con continuità, l'autorevolezza e l'affidabilità del sito web.

Posizionare sito web google E A T

Questi contenuti dovranno coprire i diversi intenti di ricerca che ruotano dietro una main keyword.

Ad esempio per la parola chiave "pizza" ci possono essere infiniti intenti di ricerca, dalla ricerca degli ingredienti (farina per pizza, lievito per pizza) al modo o mezzo per cuocerla (fornetto per pizza, forno a legna per pizza), alle varianti dell'impasto così come le varietà o i luoghi dove andare a gustarla.

In base a come abbiamo progettato il nostro sito e specificato i nostri obiettivi, dovremo cercare di soddisfare il maggior numero possibile di intenti di ricerca, con un occhio di riguardo al volume di ricerca delle singole keywords, prediligendo quelle che potenzialmente possono portarci più traffico.

Sfruttare al massimo le opportunità di nicchia quando possono essere presenti ed individuate. Più la nicchia è piccola e meno concorrenti avrà, più facile sarà posizionarsi bene per determinate parole chiave per le quali ottimizzeremo dei contenuti molto completi ed esaustivi, con conseguente aumento di traffico specifico e magari più motivato.

SEO on-page

Questa ottimizzazione riguarda la struttura della pagina e gli elementi testuali, grafici e del codice html che la compongono.

Il suo indirizzo URL

Più semplice e "parlante" sarà, più sarà facile che venga cliccato dai risultati di ricerca.

Title tag

E'il titolo assegnato alla pagina, che viene visualizzato nei risultati della ricerca ed è visibile nel tab del browser.

Meta Description

La meta description è un tag HTML che serve a descrivere i contenuti della pagine web in forma concisa nei risultati di ricerca. Utile anche a stimolare l’attenzione degli utenti e favorirne il click.

Heading H1

Il tag H1 è il contenitore ideale dove inserire la main keyword della pagina, essendo la prima intestazione visibile dall’utente. Ha molto peso nel determinare l’argomento pertinente di una pagina e deve essere ben concepito, in parallelo a title e description.

Testo della pagina

Il contenuto testuale della pagina è molto importante. Un testo semplice e con informazioni utili e complete per gli utenti avrà sicuramente un effetto positivo, specialmente se redatto da un copywriter che ha ben presente le regole SEO.

Le immagini della pagina

Ogni immagine presente nella pagina deve essere ottimizzata inserendo sia l'attributo ALT (il testo alternativo per far capire il contenuto dell'immagine anche agli ipovedenti o su browser testuali) che l'attributo TITLE, oltre ad avere un nome di file pertinente, per fornire maggiori informazioni descrittive nel caso di indicizzazione e ricerca delle immagini.

Collegamenti interni

Un link interno favorisce il collegamento da una pagina del tuo sito web a un’altra pagina del tuo sito web, utilizzandolo per approfondimenti o altre pagine di riferimento. Creare una strategia di link interni può facilitare la navigazione più profonda (anche dei web crawlers) e contribuire a posizionare meglio il tuo sito web specialmente se si tratta di un sito nuovo.

Link esterni a siti autorevoli

Google "gradisce" i siti Web quando si collegano a un sito esterno pertinente al contenuto da cui sono stati inviati, meglio ancora se il sito è autorevole.

Velocità di caricamento

La velocità di un sito web è diventato un importante fattore di posizionamento per Google ed è stata citata per anni come uno dei principali fattori SEO, oltre ad essere estremamente gradita dagli utenti sempre più impazienti.

Usabilità Mobile

Adesso con i cellulari è uso comune fare acquisti online, prenotazioni, ricerca di informazioni. Avere un sito web che funzioni bene sui dispositivi mobili è estremamente importante.

Google inoltre ha introdotto nel suo algoritmo l'indicizzazione Mobile First, un cambiamento significativo che tende a penalizzare i siti che non offrono una esperienza su mobile soddisfacente.

SEO off-page

Quanto sono importanti i link in entrata?

In questa sezione ci limitiamo riportare quello che viene raccomandato da Google nelle sue direttive tratte dalle linee guida per i webmasters: "Fai in modo che il tuo sito venga menzionato in utili risorse online."
Segui questo link per approfondimenti sulla link building.

Local SEO

Una strategia off-site facile da applicare e indispensabile per attività reperibili geograficamente sul territorio con un indirizzo fisico reale, è l'utilizzo del servizio fornito da Google "Profilo dell'attività", strettamente collegato a Google Maps e al sistema di gestione delle recensioni e dei messaggi inviati all'attività tramite ricerca locale.
Ti segnaliamo approfondimenti specifici sulla gestione del Profilo dell'attività e sulla Local Search.

Raggiungere la prima posizione

Questo obiettivo può sembrare poco tangibile, dipende da moltissimi fattori, molti dei quali poco controllabili, ma non per questo bisogna evitare di puntarci.

Specialmente se l'azienda ha un’idea chiara di cosa venderanno o chi sarà il loro pubblico e prende coscienza dell'opportunità di crearsi una strategia di marketing online, analizzando i concorrenti sul web (spesso diversi da quelli storici dell'azienda), studiando i potenziali clienti e le loro esigenze manifestate durate le ricerche online, strutturando contenuti ben concepiti, unitamente ad una strategia off-page come la link building, la Pole Position sarà sempre meno una vetta irraggiungibile.

Contattare uno specialista SEO

Se il tuo sito web non riesce a ben posizionarsi su Google, potrebbe essere giunto il momento di contattare uno specialista SEO che provvederà ad analizzare il tuo sito e progettare una strategia di posizionamento sui motori di ricerca in grado di farti raggiungere nel tempo ottimi risultati, risalendo nelle SERP e migliorandone la visibilità, aumentando traffico e conversioni.

 

CONTATTACI PER ESAMINARE LA MIGLIORE STRATEGIA DI POSIZIONAMENTO PER LA TUA ATTIVITA'

Per richiedere la nostra visita per una consulenza o un preventivo potete contattare la Web Agency di Bologna Motori in Pole Position oppure telefonare ai numeri 051.713.045 o 338.787.6039.

Contattaci via WhatsApp



APPROFONDISCI I CONCETTI