Realizzazione Siti Internet ottimizzati per il Posizionamento sui Motori di Ricerca

PIANO EDITORIALE PER BLOG, E SOCIAL

Piano Editoriale per Sito Web, Blog e Social Media

Il Piano Editoriale svolge un ruolo fondamentale nella comunicazione aziendale, è un vero e proprio strumento di pianificazione dove viene curato il content marketing per il sito web, il blog e i canali social al fine di raggiungere obiettivi di visibilità, popolarità e posizionamento, misurabili nel tempo.

  1. Un documento di programmazione dei contenuti
  2. La creazione di un piano editoriale
    1. Da dove partire? Iniziamo dalle parole chiave
    2. Secondo step: definizione del target e del metodo
  3. Il calendario editoriale: la vera pianificazione
    1. Definire la cadenza delle pubblicazioni
    2. Come organizzare e gestire un calendario editoriale
  4. Piano editoriale per il blog aziendale
  5. Piano editoriale per i canali Social
    1. Grande attenzione andrà riservata ai commenti e alle interazioni
  6. Considerazioni finali

Un documento di programmazione dei contenuti

Il piano editoriale è quindi un documento dove viene pianificata tutta l'attività di comunicazione all'esterno dell'azienda, dalle informazioni alle modalità di pubblicazione dei contenuti, in modo da poter tenere sotto controllo tutti i canali di comunicazione integrandoli al meglio nella strategia di marketing aziendale.

La creazione di un piano editoriale

Il primo passo è l'analisi per individuare gli obiettivi che intendiamo raggiungere e per questo occorrerà prendere in considerazione alcuni elementi strategici della nostra azienda:

  • Caratteristiche dei prodotti offerti
  • Caratteristiche dei servizi offerti
  • Target di pubblico a cui ci rivolgiamo
  • Analisi della concorrenza
  • Punti di forza della nostra azienda
  • Punti deboli della nostra azienda
  • Individuare un valore aggiunto che ci renda migliori dei competitor

Da dove partire? Iniziamo dalle parole chiave

Concentriamoci inizialmente sulle parole chiave relative al brand e al settore di appartenenza.

Per mezzo di strumenti professionali utilizzati dalle migliori web agency come Motori in Pole Position, sarà facile individuare le keyword corrispondenti e che funzionano meglio, ossia che hanno un maggior volume di ricerca, realtivamente al nostro settore di attività.

Anche la verifica della popolarità del brand abbinata alle parole chiave ci dà il polso della situazione per capire il livello di popolarità sul web della nostra azienda.

Secondo step: definizione del target e del metodo

Una volta completate queste analisi occorrerà definire:

  • La nicchia di mercato dove vogliemo inserirci e cercare di primeggiare
  • La tipologia di contenuti da sviluppare
  • I canali da utilizzare
  • Il tipo di approccio a livello comunicativo da utilizzare

Anche qui l'aiuto dell'esperienza di una buona web agency e dei suoi webtools professionali, ci sarà di grande aiuto analizzando i risultati delle visite al nostro sito, individuando le pagine più forti e le più deboli, le pagine di entrata e di uscita, il tempo di permanenza sul sito ed altre informazioni che aiuteranno a programmare la strategia di sviluppo dei contenuti per il nostro piano editoriale.

Lo stesso vale per la nostra pagina social, analizzando gli Insight delle nostre attività ricaveremo dati demografici, numero di visualizzazioni e altri dati.

In questo modo potremo valutare i primi correttivi su quanto già presente o redigere contenuti dove il sito è più carente o comunque ha contenuti di qualità inferiore ai competitor.

Oltretutto sarà importante concentrarsi su contenuti che valga la pena sviluppare perchè incentrati su parole chiave ad alto volume di traffico.

Una mano può darcela Google stesso con la funzione di completamento automatico offrendo termini di ricerca che appaiono nel campo di ricerca al momento dela digitazione delle nostre keywords.

Big G ci offre anche Google Trend, un tool online che ci permette di scoprire e valutare le ricerche di tendenza.

Il calendario editoriale: la vera pianificazione

Un piano editoriale che si rispetti deve essere sinonimo di organizzazione.

Per questo motivo si renderà necessaria una programmazione e pianificazione delle uscite dei nostri contenuti, siano essi pubblicati sul sito web, sul nostro blog o sulle pagine dei nostri canali social aziendali.

Definire la cadenza delle pubblicazioni

La pubblicazione dei contenuti deve rispettare una cadenza prestabilita.
Questa può essere mensile, settimanale, quotidiana e straordinaria. Quest'ultima va sfruttata in concomitanza di eventi che riguardino il settore di appartenenza del nostro business.

Ovviamente la cadenza di pubblicazione dipende anche dalla tipologia dei contenuti: ci sarà molta differenza di sostanza tra un post sulla Pagina Facebook aziendale e un articolo del blog, così come quello di un comunicato inviato tramite newsletter.

Per questo motivo l'utilizzo di una calendarizzazione del nostro piano editoriale diventa indispensabile. Inoltre con i moderni cms e con i gestionali web dei canali social possiamo facilmente programmare giorno e ora della pubblicazione dei nostri contenuti, così come programmare l'invio di una sequenza di email a liste di utenti profilati, permettendoci di ottimizzare il tempo a nostra disposizione per la gestione dei contenuti nel modo migliore

Piano editoriale e calendario editoriale devono perseguire gli obiettivi che ci siamo posti all'inizio, dopo le nostre analisi preliminari.

Monitorare click, visite, form compilati, registrazioni e ogni tipo di interazione ci permetterà di verificare l'efficacia del nostro marketing editoriale.

Come organizzare e gestire un calendario editoriale

Esistono molti strumenti per creare e gestire un calendario editoriale, dai tradizionali fogli Excel su Google Drive a Google Calendar, in modo da creare una vera e propria agenda elettronica condivisibile con tutti gli addetti alla redazione dei contenuti e ai loro supervisori.

Piano editoriale per il blog aziendale

Per alimentare di contenuti utili il blog aziendale è indispensabile considerare e individuare i bisogni e le richieste dei propri utenti.

Un buon metodo è quello di frequentare gruppi social e pagine dedicate al settore della nostra azienda e tenere conto delle domande e delle richieste che vengono fatte e a cui viene data o meno risposta.

Questo suggerimento si dimostra utile anche per la realizzazione di una sezione di FAQ dedicate sul proprio sito web aziendale: abbiamo individuato le domande, possiamo dare le migliori risposte.

Collezionare con metodo i bisogni degli utenti ci permetterà di sviluppare articoli approfonditi che, partendo dalla richiesta o dal problema dell'utente, ci consentirà di redigere un contenuto dettagliato, esaustivo, e che porterà alla soluzione del problema.

Un'altra tipologia di contenuti per il blog aziendale è quello Keyword-centered, ossia progettare la redazione di contenuti ottimizzati per posizionarli per una determinata parola chiave, solitamente ad alto volume di ricerca, utilizzando una metodologia SEO, sviluppando un articolo pilastro dove l'argomento incentrato su quella determinata keyword (presente nel piano editoriale) venga sviscerato al massimo livello di completezza delle informazioni e di fornitura delle soluzioni.
Se il lavoro è fatto bene potremo essere ricompensati da link spontanei da altri siti web.

Molto valido è anche lo story-telling, ossia raccontare agli utenti ciò che avviene nell'azienda, com'è organizzata, eventi, partneship e traguardi raggiunti, oltre a dare un volto, un nome e raccontare capacità di chi ne fa parte. Questa sorta di "umanizzazione" dell'azienda solitamente è molto gradita e inconsciamente favorisce l'approccio al contatto, molto diverso dal rivolgersi in modo freddo e impersonale al "Reparto assistenza tecnica".

Alternare queste tipologie di contenuti ci permetterà di pianificare agevolmente il calendario editoriale per il blog aziendale.

Piano editoriale per i canali Social

Ogni social network predilige un tipo di comunicazione diverso l'uno dall'altro, anche in base alla tipologia di utenza che lo frequenta.

Questo condizionerà il tono e il contenuto della comunicazione su quel canale. Il dialogo diretto è sempre consigliato, ma il tono deve essere quello "giusto".

Che si tratti di post con immagini, video, grafiche animate o link al sito, tutto deve essere sempre pianificato nel calendario editoriale.

Grande attenzione andrà riservata ai commenti e alle interazioni

E' importante rispondere sempre, in tempo e con i dovuti modi, a tutti i commenti, specialmente quelli negativi. Tenerne conto delle opinioni degli utenti ci aiuterà ad effettuare revisioni e correzioni ai nostri contenuti affinchè risultino sempre ben chiari e definiti.

Considerazioni finali

In questo articolo su cosa è un piano editoriale, come si crea e si gestisce, vengono espressi suggerimenti facili da seguire, a patto di avere l'esperienza della gestione organizzativa editoriale e gli strumenti professionali di analisi preliminari e dei risultati ottenuti.

Il nostro consiglio per non disperdere tempo ed energie è quello di rivolgersi ad una web agency come Motori in Pole Position che sarà lieta di ascoltarti per consigliarti ed aiutarti a realizzare il piano editoriale per la tua azienda sul web.

CONTATTACI PER ESAMINARE LA MIGLIORE STRATEGIA DI POSIZIONAMENTO PER LA TUA ATTIVITA'

Per richiedere la nostra visita per una consulenza o un preventivo potete contattare la Web Agency di Bologna Motori in Pole Position oppure telefonare ai numeri 051.713.045 o 338.787.6039.

Contattaci via WhatsApp